Notizie

Rivediamo l’attuale situazione delle regioni meridionali della Spagna per quel che riguarda l’aumento della povertà infantile in un Paese in cui 2,3 milioni di ragazzi vivono in famiglie affette da povertà.

Al completamento della ricerca, solamente tre regioni –Andalusia, Le Canarie e Valencia- avevano confermato l’intenzione di mantenere in vita la rete di scuole estive e di attività ricreative a favore dei ragazzi delle famiglie svantaggiati. Ne beneficieranno circa 20,000 ragazzi di queste aree, a cui saranno garantiti colazione, merendina e il pasto principale.

Il Ministero dell’Eguaglianza, della Salute e delle Politiche Sociali, ha confermato che l’Andalusia continuerà a incrementare, nell’ambito del programma di sicurezza alimentare, il numero di pasti per i ragazzi di aree con particolari problemi: in totale, 60 mense scolastiche aperte d’estate, per garantire un’adeguata alimentazione a 4.500 ragazzi provenienti da famiglie con particolari problemi.

Queste scuole le cui mense saranno aperte in estate si trovano per lo più in Aree con Esigenze di Trasformazione Sociale, come per esempio il Poligono Sud di Siviglia.

Quest’ azione fa parte di un piano di emergenza alimentare, comprendente la ristorazione sociale anche a favore di anziani e di altri gruppi svantaggiati e durante l’anno scolastico, offrendo tre pasti giornalieri agli studenti svantaggiati, con uno stanziamento complessivo di 5,3 milioni di Euro.